Visualizzazione e mappa
Alto contrasto Contrasto base Mappa del sito
Privacy Note Legali



800.974.318
Numero Verde
Segnalazione guasti
agli impianti elettrici
e semaforici

800.428.722
Numero Verde
Rifiuti Urbani e
Servizio rifiuti speciali
049.9709603
Comando Polizia Locale



5 per 1000
ai Servizi Sociali
del Comune

Codice Fiscale
80009770282






 
Canali News
Dati Archiviati

Deliberazione di Giunta comunale n. 49 in data 22/03/2005

Linee di indirizzo per la organizzazione dei soggiorni e centri estivi per anziani e minori Linee di indirizzo per la organizzazione dei soggiorni e centri estivi per anziani e minori

LA GIUNTA COMUNALE

LA GIUNTA COMUNALE

Premessa

Il Comune di Piove di Sacco, nell'ambito delle attivit? di carattere sociale e ricreativo a favore dei propri residenti, organizza da molti anni soggiorni estivi residenziali per minori ed anziani, oltre che centri ricreativi nel territorio per i ragazzi.

La pluri-decennale esperienza fin qui maturata in riferimento ai soggiorni per gli anziani, di cui si ? dato conto in tutti i provvedimenti che annualmente sono stati adottati in proposito e ai quali si rimanda per l'attualit? e conferma delle motivazioni (cfr. da ultimo G.C. n. 46/25.3.2003) consente di riproporre per la stagione 2005 le innovative modalit? di organizzazione sperimentate nell'ultimo biennio, dove hanno trovato piena soddisfazione le esigenze dei cittadini interessati nonch? quelle di razionalizzazione delle risorse investite, con un recupero consistente di efficienza, efficacia ed economicit? del servizio reso.

Pertanto, si ritiene di accogliere ancora una volta la proposta avanzata dalla Federazione Regionale Pensionati CISL del Veneto tramite le proprie strutture specializzate in attivit? turistica per anziani secondo le seguenti generali modalit?:

  1. organizzazione e gestione a carico del proponente, e cio?: individuazione delle localit? e dei periodi dei soggiorni, in linea con quanto avvenuto nel passato, da sottoporre in via preventiva all'attenzione dei Servizi sociali comunali; comunicazione preventiva dettagliata del programma dei soggiorni, comprensiva di tempi, luoghi, costi e modalit? di animazione; raccolta e coordinamento delle iscrizioni e delle quote stabilite;
  2. fanno carico al Comune: monitoraggio sull'andamento della organizzazione e verifica a consuntivo sull'esito; disponibilit? temporanea di locali per la raccolta delle iscrizioni e fornitura di informazioni qualora si ritenesse opportuna questa modalit?; organizzazione del trasporto per e dalle localit? prescelte, con costo a proprio carico e ripartizione delle eventuali quote a carico delle altre Amministrazioni comunali aderenti; pubblicizzazione dell'iniziativa; contributi a favore dei cittadini in difficolt? economiche, secondo modalit? da definire con successivo provvedimento.

Per ciò che concerne le attivit? rivolte ai minori si riscontra l'esigenza ormai ineludibile di ampliare la gamma delle proposte, che interessino anche gli adolescenti; la sperimentale esperienza dello scorso anno con l'Associazione A.S.D. Ca.Sp di Piove di Sacco, dall'esito molto positivo e apprezzato, induce ad accogliere per la stagione 2005 la proposta di affidare alla stessa Associazione l'incarico di organizzare le attivit? 'montane' sia per i più piccoli che per gli adolescenti, secondo modi, tempi e criteri da concordare con i competenti Servizi comunali. Restando invariato il pluriennale soddisfacente rapporto per i soggiorni marini con l'Opera Diocesana di Assistenza di Vicenza.

Infine, appare opportuno ribadire la positivit? dei centri estivi 'Estate Ragazzi' del 2004, proposta con modalit? innovative e coinvolgenti dalla Associazione Binario 5 in nome e per conto delle parrocchie del nostro Comune. Ciò ha consentito, rispetto al passato, un notevole allargamento dell'offerta anche ai quartieri e alle frazioni, dove si sono sfruttate le strutture e le energie 'locali', nella condivisione progettuale di un coordinamento e interazione tra tutte le diverse realt? seppure frammentate che la geografia del Comune presenta; inoltre, il coinvolgimento delle risorse animative locali opportunamente formate in un percorso condiviso e non superficiale, anche come investimento sulle relazioni future; la proposizione di un articolato e verificato progetto ludico, sportivo e formativo che ha rispettato sia le peculiarit? 'locali' che le sinergie della messa insieme delle varie realt?; la conferma di un'ottica laica e aconfessionale della proposta, che ha vissuto importanti momenti di riunione di tutti i ragazzi coinvolti provenienti dalle diverse localit? - e questo ? da ritenersi un valore aggiuntivo a complemento del rispetto delle specificit? frazionali e di quartiere.

Anche per la stagione 2005 ? giunta la riproposta, nelle sue linee generali, da parte del coordinamento delle parrocchie comunali: si ritiene fin da ora di recepirla, fatte salve le opportune e necessarie rimodulazioni in ragione di quanto emerger? nella complessa fase di programmazione, in tal senso anche indirizzando le risorse finanziarie a bilancio nell'apposito capitolo.

Senza nulla togliere ad altre proposte di animazione estiva che dovessero essere presentate da altri soggetti, associazioni, singole parrocchie, ecc.. Proposte che potranno essere oggetto di supporto comunicativo da parte dell'Amministrazione comunale a condizione che non si pongano, almeno per l'aspetto temporale, in concorrenza con l'iniziativa suesposta e, qualora fossero programmate all'interno di strutture comunali ancorch? oggetto di convenzioni per la gestione, dopo preventivo riscontro di eventuali esigenze da parte del Comune per i propri centri.

CONSIDERATO che lo statuto del Comune, all'art. 50 bis prevede la possibilit? di "stipulare con le Associazioni apposite convenzioni per una migliore e coordinata gestione dei servizi comunali".

VISTA la delibera G.C. n. 46 del 25.3.2003 per la parte motiva;

VISTA la L. R. n. 72 del 1975;

VISTA la legge 328/2000;

DATO ATTO che sono stati acquisiti i pareri di cui all'art. 49 del D. Lgs. 18.8.2000 n. 267;

AD UNANIMITA' di voti favorevoli, espressi in forma legale,

DELIBERA

  1. di adottare per l'anno 2005 le linee di indirizzo per l'organizzazione dei soggiorni climatici per anziani e minori esposte in premessa;
  2. di recepire per la effettuazione dei centri estivi per ragazzi 'Estate ragazzi 2005' la proposta presentata dal coordinamento delle parrocchie del Comune;
  3. di incaricare il Dirigente dell'Area Servizi alla Persona di predisporre i successivi atti necessari per dare attuazione al presente deliberato;
  4. di dichiarare, con separata ed unanime votazione, il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi di legge.

 

Ordinamento delle Autonomie Locali - Art. 49 D. Lgs. 18.8.2000 n. 267

Parere di regolarit? tecnica : Favorevole

Il Responsabile del Servizio

Giovanni Pizzo

Piove di Sacco, 22 marzo 2005