Visualizzazione e mappa
Alto contrasto Contrasto base Mappa del sito
Privacy Note Legali



800.382.960
Numero Verde
Segnalazione guasti
agli impianti elettrici
e semaforici
800.428.722
Numero Verde
Rifiuti Urbani e
Servizio rifiuti speciali
049.9709603
Comando Polizia Locale



5 per 1000
ai Servizi Sociali
del Comune

Codice Fiscale
80009770282






 
Canali News
Dati Archiviati

Informativa sui provvedimenti contro l'inquinamento atmosferico per il periodo invernale 2019-2020

L'Amministrazione comunale ha adottato, con Deliberazione di Giunta comunale del 1 ottobre 2019, un PROGRAMMA DI AZIONI DA ATTUARE NEL PERIODO INVERNALE 2019-2020 PER IL CONTENIMENTO DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA PARTICELLE SOTTILI - disponibile a fianco della notizia - sulla base delle proposte formulate dalla Provincia di Padova al fine di coordinamento dei provvedimenti nei vari Comuni del territorio.

Il programma viene reso attuativo, con specifica ordinanza sindacale, in fase di pubblicazione, che avrà validità fino al 31 marzo 2020.

Le misure per il miglioramento della qualità dell’aria vengono attivate in funzione del livello di allerta per il PM10 raggiunto, modulato su tre livelli:
livello di nessuna allerta – verde: numero di giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero  di 50 μg/m3 inferiore a 4 ;
livello di allerta 1 – arancio: attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e il giovedì (giorni di controllo) sui quattro giorni antecedenti;
livello di allerta 2 – rosso: attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e il giovedì (giorni di controllo) sui giorni dieci giorni antecedenti;
Il meccanismo di attivazione, non attivazione e disattivazione delle misure temporanee avviene sulla base della verifica, e comunicazione ai comuni da parte di ARPAV, dei dati di qualità dell’aria e delle previsioni meteorologiche più o meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti; in base al livello di allerta raggiunto si attiveranno le misure temporanee il giorno successivo a quello di controllo (ovvero il martedì e venerdì) e resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Le disposizioni sono le seguenti:

1) con livello “Nessuna Allerta” SEMAFORO VERDE

- divieto per i seguenti veicoli di sostare a motore acceso:
veicoli di categoria “N”, cioè veicoli a motore progettati e costruiti per il trasporto di merci ed aventi almeno quattro ruote, durante le fasi di carico/scarico merci;
autoveicoli in attesa ai passaggi a livello e quelli in “coda lunga” ai semafori;
- obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica inferiore ai 35 kW, pellet che sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2, con obbligo di conservazione del relativo certificato, oltre a rispettare le condizioni previste all’allegato X, parte II, sez. 4, paragrafo 1, lettera d) della parte V del Decreto legislativo n. 152/2006;
- divieto di combustione all’aperto di materiale vegetale da attività agricole e forestali, anche nei casi contemplati dall'art. 182 comma 6-bis del Decreto legislativo n. 152/2006 e D.G.R.V. n. 122/2015 (piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco), fatto salvo la necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali e salvo specifiche deroghe rilasciate dal Comune;
-  limite di 19°C, con tolleranza di 2°C, per le temperature medie delle abitazioni, uffici ed esercizi commerciali, e limite di 17°C, con tolleranza di 2°C, negli edifici classificati attività industriali ed artigianali, ad esclusione quindi di case di cura e/o riabilitazione, ospedali, case di riposo, scuole, o attività per le quali tali misure ostino per esigenze tecnologiche e produttive (salvo le deroghe previste dal DPR 74/2013);
-  divieto di utilizzare generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione emissiva inferiore a “due stelle”, secondo la classificazione determinata dal Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 186 del 7/11/2017, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo;
- divieto di installazione di generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “tre stelle”, secondo la classificazione introdotta con Decreto n. 186 del 7/11/2017;

2) con livello di Allerta 1 – SEMAFORO ARANCIO - SI AGGIUNGONO AI PRECEDENTI, I SEGUENTI OBBLIGHI:
- divieto per tutti i veicoli di sostare a motore acceso;
- in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, divieto di utilizzare generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a “3 stelle”, secondo la classificazione determinata dal Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 186 del 7/11/2017;
- divieto di combustioni all’aperto di qualsiasi tipologia (falò, barbecue e fuochi d'artificio a scopo di intrattenimento), salvo specifiche deroghe rilasciate dai Comuni, collegate a manifestazioni locali;
- divieto di spandimento di liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto a rilasciare le relative deroghe.

3)  con livello di Allerta 2 – SEMAFORO ROSSO - SI AGGIUNGONO AI PRECEDENTI, I SEGUENTI OBBLIGHI:
- in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, divieto di utilizzare generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a “4 stelle”, secondo la classificazione determinata dal Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 186 del 7/11/2017;
- ulteriore abbassamento della temperatura interna degli ambienti di vita riscaldati da impianti termici alimentati a combustibile non gassoso, qualora non possibile la misura precedente per assenza di impianto alternativo.

Nel nostro Comune non saranno attive limitazioni di traffico. Seguiranno ulteriori informazione.