Visualizzazione e mappa
Alto contrasto Contrasto base Mappa del sito
Privacy Note Legali



800.382.960
Numero Verde
Segnalazione guasti
agli impianti elettrici
e semaforici
800.428.722
Numero Verde
Rifiuti Urbani e
Servizio rifiuti speciali
049.9709603
Comando Polizia Locale



5 per 1000
ai Servizi Sociali
del Comune

Codice Fiscale
80009770282






 
Canali News
Dati Archiviati

Attivazione misure contro l’inquinamento atmosferico

E’ stata pubblicata in data 5/10/2019 l’ordinanza del sindaco n. 196 del 3/10/2019 – disponibile a fianco della notizia - che detta prescrizioni per l’attuazione di misure temporanee per il contenimento dell’inquinamento atmosferico fino al 31 marzo 2020, riguardanti:


1) L’ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI TERMICI  - in presenza di riscaldamento invernale, le temperature da mantenere in abitazioni e ambienti lavorativi, l’utilizzo di pellet “certificato”, la limitazione di utilizzo dei generatori di calore alimentati a biomassa – legna, pellet  – se inferiori a determinate prestazioni emissive, eccetto nei casi nei quali non sia presente altro tipo di impianto di riscaldamento; divieto di installazione di impianti alimentati a biomassa al di sotto di una certa prestazione emissiva;

2) LE COMBUSTIONI ALL’APERTO – divieto di combustione di materiale vegetale da attività agricolo-forestali – anche nei casi di piccoli cumuli bruciati in loco; al superamento di determinati livelli di inquinamento, ulteriore divieto di ogni tipo di combustioni all’aperto (falò, barbecue e fuochi d’artificio);

3) LO SPANDIMENTO DI LIQUAMI ZOOTECNICI - divieto di spandimento liquami al superamento di determinati livelli di inquinamento;

4) LA SOSTA DI VEICOLI A MOTORE ACCESO – divieto di sosta a motore acceso per i veicoli commerciali durante le fasi di carico/scarico e per gli autoveicoli in attesa ai passaggi a livello e “in coda lunga” ai semafori; al superamento di determinati livelli di inquinamento, divieto di sosta a motore acceso per tutti i veicoli;
Tali misure sono temporanee, cioè valevoli per un determinato periodo dell’anno, al fine di rispondere anche ad episodi acuti di inquinamento da PM10, rispetto ad altri interventi strutturali (su viabilità, mobilità alternativa, efficientemente energetico …) che invece intervengono per il miglioramento della qualità dell’aria su più lungo termine.

Le misure per il miglioramento della qualità dell’aria vengono attivate in funzione del livello di allerta per il PM10 raggiunto, modulato su tre livelli:
livello di nessuna allerta – semaforo verde: numero di giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 inferiore a 4 ;
livello di allerta 1 – semaforo arancio: attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e il giovedì (giorni di controllo) sui quattro giorni antecedenti;
livello di allerta 2 – semaforo rosso: attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di 50 μg/m3 sulla base della verifica effettuata il lunedì e il giovedì (giorni di controllo) sui giorni dieci giorni antecedenti;

Il meccanismo di attivazione, non attivazione e disattivazione delle misure temporanee avviene sulla base della verifica, e comunicazione ai comuni da parte di ARPAV, dei dati di qualità dell’aria e delle previsioni meteorologiche più o meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti; in base al livello di allerta raggiunto si attiveranno le misure temporanee il giorno successivo a quello di controllo (ovvero il martedì e venerdì) e resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Sul sito internet di ARPAV, alla pagina internet di INFORMAZIONE AL PUBBLICO SUI LIVELLI DI PM10  sono indicate le varie zone del Veneto per le quali viene emesso il Bollettino di Allerta PM10.

In tale bollettino viene indicata anche la situazione della ZONA PIOVE DI SACCO (comprendente l’area dei comuni di Piove di Sacco, Agna, Arzergrande, Arre, Bovolenta, Brugine, Candiana, Codevigo, Correzzola, Polverara, Pontelongo, Sant’Angelo di Piove, Terrassa Padovana) – IL COLORE CORRISPONDE AL LIVELLO DI ALLERTA: SEMAFORI VERDE, ARANCIO O ROSSO.
VERRANNO SEGNALATE SUL SITO INTERNET COMUNALE LE SOLE VARIAZIONI DA LIVELLO DI NESSUNA ALLERTA – VERDE - AI SUCCESSIVI GRADI, ARANCIO O ROSSO, ED IL RIENTRO AI LIVELLI INFERIORI.