Visualizzazione e mappa
Alto contrasto Contrasto base Mappa del sito
Privacy Note Legali



800.382.960
Numero Verde
Segnalazione guasti
agli impianti elettrici
e semaforici
800.428.722
Numero Verde
Rifiuti Urbani e
Servizio rifiuti speciali
049.9709603
Comando Polizia Locale



5 per 1000
ai Servizi Sociali
del Comune

Codice Fiscale
80009770282






 
Progetti
Dati Archiviati

Difensore Civico

DIFENSORE CIVICO

Padova, 23 dicembre 2014 

AVVISO ALLA CITTADINANZA

Secondo quanto disposto dalla Legge n. 56 del 7 aprile 2014, il Consiglio Provinciale ha cessato l'esercizio delle proprie funzioni il 12 giugno 2014, data di scadenza del mandato amministrativo.
Contestualmente ha cessato lo svolgimento delle proprie funzioni anche il Difensore Civico Territoriale, avv. Gianfranco Parolin, nominato dal predetto Consiglio Provinciale nel 2010.
A tutt’oggi la radicale riforma delle funzioni e degli Organi istituzionali delle Province, introdotta con la legge n. 56/2014, non consente di formulare previsioni sulla possibilità di avvalersi, anche per il futuro, dell’istituto del Difensore Civico; ogni decisione in merito, infatti, è  demandata ai nuovi organi ed al nuovo Statuto della Provincia.
Sino a nuove decisioni in merito, qualora vi sia necessità, da parte dei cittadini, di ricorrere al Difensore s’invita a contattare il Regionale, rintracciabile ai seguenti indirizzi:
via Brenta Vecchia, 8 - 30171 Mestre (VE)
tel. 041 2383400-01, fax 041 5042372 numero verde 800 294000
e.mail:
dc.segreteria@consiglioveneto.it

_____________________________________________________________________________________________________________

SEDE DI PIOVE DI SACCO E ORARI DI RICEVIMENTO

 

A Piove di Sacco presso la Sede comunale piazza Matteotti, 4 Tel. 049.9709111
Ricevimento del pubblico solo su appuntamento: secondo il calendario che è possibile scaricare qui a fianco.

 LE SEDI

Il Difensore Civico Territoriale riceve solo su appuntamento presso le seguenti sedi:
  • SEDE CENTRALE della Provincia di Padova, piazza Antenore n. 3 – PADOVA
  • COMUNE di Conselve, Piazza XX Settembre n. 32 - CONSELVE
  • COMUNE di Este, piazza Maggiore n. 6 - ESTE
  • COMUNE di Fontaniva, piazza Umberto 1° n. 1 - FONTANIVA
  • COMUNE di Piove di Sacco, piazza Matteotti n. 4 – PIOVE di SACCO
  • COMUNE di Rubano, via Rossi n. 11 - RUBANO
  • FEDERAZIONE dei Comuni del Camposampierese, piazzetta Dante n. 4 – CAMPOSAMPIERO.
Ogni interessato può scegliere in quale sede incontrare il Difensore.
Per poter fissare l'appuntamento - OBBLIGATORIO - è necessario telefonare in Segreteria del Difensore (049/8201131), dalle ore 9.00 alle ore 13.00 dal lunedì al venerdì.
Si ricorda che: "I cittadini che abbiano in corso un procedimento presso gli uffici dell'Amministrazione Provinciale o Comunale convenzionata con la Provincia, per poter ottenere l'intervento del Difensore Civico devono prima chiedere per iscritto notizie sullo stato del procedimento all'ufficio competente; trascorsi trenta giorni senza che abbiano ricevuto risposta oppure ne abbiano ricevuta una da essi ritenuta insoddisfacente, possono chiedere l'intervento del Difensore Civico" (art. 9 – 2° comma del Regolamento D.C.T. scaricabile qui a fianco)

 

CHI E’

·                     E’ un'autorità amministrativa indipendente preposta alla composizione in via bonaria delle controversie fra il cittadino e la Pubblica Amministrazione
·                     il garante dell'imparzialità e dei buon andamento dell'attività del Comune di Piove di Sacco e svolge la sua opera in maniera dei tutto indipendente e gratuita
·                     opera nei confronti di aziende, istituzioni dipendenti dal Comune, nonché degli enti sottoposti alla vigilanza di questi e dei concessionari dei pubblici servizi
·                     promuove la tutela dei diritti dell'uomo, tutela l'infanzia, gli anziani, gli immigrati, collabora con associazioni di volontariato e predispone piani di intervento
la sua utilità è duplice:
·                     da una parte, è un aiuto per i cittadini che possono rivolgersi a lui per segnalare abusi, carenze, negligenze e ritardi;
·                     dall'altra, è uno stimolo per la stessa Pubblica Amministrazione che, attraverso le segnalazioni dei cittadini, può individuare punti di debolezza nella propria struttura e porvi rimedio.
 
DIFFERENZA CON IL GIUDICE DI PACE
1.     Il Difensore civico non va confuso con il Giudice di Pace, che è un giudice onorario, istituito al posto dei soppressi uffici dei giudici conciliatori con competenze nelle seguenti controversie minori in materia civile, insorte dopo il primo maggio 1995:
2.     Beni mobili (cose, somme di denaro, servizi, etc.) di valore non superiore a 5 milioni di lire, anche per i procedimenti speciali (come ad esempio il ricorso per decreto ingiuntivo), salva, comunque, la competenza specifica di altro giudice;
3.     Risarcimento dei danni prodotti dalla circo]azione di veicoli e natanti, fino a 30 milioni di lire;
4.     Rapporti di vicinato (opposizione di termini, osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti e dagli usi riguardo alla piantumazione di alberi e siepi);
5.     Misura e modalità d'uso dei servizi di condominio di case, compresa la riscossione dei contributi condominiali relativi all'uso di tali servizi;
6.     Immissioni di fumo o calore, esalazioni, rumori, etc., che superino, la normale tollerabilità, purché relative ad immobili adibiti a civile abitazione.
 
COSA PUO' FARE IL DIFENSORE CIVICO
·                     esamina la richiesta dei cittadino e lo informa circa la possibilità (o impossibilità) di riceverlo;
·                     verificata la sua competenza istruisce ed approfondisce il caso sentendo gli uffici competenti sul comportamento da questi tenuto ed, infine, comunica al cittadino l'esito delle verifiche effettuate
·                     svolge un'azione a tutela dei cittadino nei confronti degli abusi, delle iniquità e dei ritardi della P. A. mediante un'attività che ha il carattere di un intervento in piena autonomia ed indipendenza di giudizio, consentendo al cittadino di tentare con il suo aiuto una forma di conciliazione in via bonaria di fronte alla stessa amministrazione.
 
COSA NON PUO' FARE
Il Difensore Civico non si sostituisce né si sovrappone all'attività dei giudici, ma si pone come aiuto al cittadino che così può evitare il ricorso al giudice civile, amministrativo o penale che spesso comporta un iter lungo e costoso.
Di conseguenza, egli non può:
·                     agire in sostituzione di un funzionario, né annullare atti amministrativi
·                     irrogare sanzioni, né intervenire nell'attività degli organi giudiziari
·                     rappresentare il cittadino in giudizio
·                     Il suo intervento non sospende i termini per il ricorso al giudice amministrativo e neppure per la proposizione della querela.
 
AMBITO DI INTERVENTO
Possono chiedere l'intervento dei Difensore Civico:
·                     i cittadini in forma singola o associata che risiedano nei Comuni della provincia o che dimorino in essi (ovvero che abbiano interessi giuridicamente tutelabili);
·                     gli Enti e le Organizzazioni che abbiano interesse al procedimento;
·                     Inoltre, il Difensore Civico può agire d'ufficio qualora rilevi omissioni o negligenze nell'attività amministrativa.
 
CHI PUÒ CHIEDERE E CHI NON PUÒ CHIEDERE L'INTERVENTO DEL DIFENSORE CIVICO
Può chiedere l'intervento del Difensore Civico chiunque lamenti abusi, disfunzioni, carenze e ritardi da parte della Provincia di Padova o dei Comuni convenzionati.
Condizioni di procedibilità
Il Difensore Civico si attiva quando sussistono le seguenti condizioni:
  • Soggetto:il singolo cittadino, più cittadini collettivamente, imprese, enti, associazioni, comitati, formazioni sociali diverse a tutela di interessi propri o di interessi diffusi.
  • Oggetto: lamentele, abusi, disfunzioni della Provincia o Comune convenzionato;
  • Ambito di competenza e materia:comprese fra quelle indicate nel Regolamento;
  • Condizione preliminare: il richiedente deve aver chiesto per iscritto notizie sullo stato della propria domanda all'Ufficio competente e, trascorsi trenta giorni, non aver ricevuto risposta oppure ne può aver ricevuta una ritenuta insoddisfacente.
La richiesta di intervento al Difensore Civico non esclude per i cittadini interessati la facoltà di avvalersi, anche contemporaneamente, dei ricorsi amministrativi previsti dalle leggi statali o regionali né esclude, limita o pregiudica in alcun modo il diritto dei cittadini stessi di adire gli organi di giustizia ordinaria e amministrativa.
I Cittadini che abbiano problematiche con Enti che non siano la Provincia di Padova o i Comuni convenzionati possono rivolgersi al Difensore Civico Regionale (Numero Verde 800 294000), competente per istituto.
 
COME SI PUÒ RICHIEDERE L'INTERVENTO DEL DIFENSORE CIVICO
a) chiedendo un appuntamento per un colloquio personale (tel. 049/8201131)

b) compilando una richiesta (vedi apposito modello a fianco) da inoltrare in uno dei seguenti modi:
  1. consegna diretta alla Segreteria del Difensore Civico (piazza Antenore n. 3 – PADOVA, Palazzo Santo Stefano – III piano), nei seguenti orari
    * dal lunedì al venerdì mattina: dalle ore 9:00 alle ore 13:00;
    La domanda sarà ritenuta valida se sottoscritta dall'interessato in presenza del dipendente addetto, che verifica l'identità del sottoscrittore mediante visione di un documento di identità o di riconoscimento in corso di validità;
  2. invio per posta al seguente indirizzo:
    Difensore Civico Provincia di Padova – Piazza Antenore n. 3 - 35121 PADOVA;
  3. invio per fax al seguente numero: 049/8201247.
    La domanda sarà ritenuta valida se corredata da copia fotostatica di un documento di identità o di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
  4. utilizzando la casella di posta elettronica: difensore.civico@provincia.padova.it
    La domanda sarà ritenuta valida se:
    • sottoscritta mediante firma digitale;
    • l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica o della carta nazionale dei servizi, nei limiti stabiliti da questa Provincia;
    • l'autore è identificato dal sistema informatico attraverso le credenziali di accesso relative all'utenza personale di posta elettronica certificata (PEC) di cui all'art. 16-bis del D.L. n. 185/2008, convertito con modificazioni dalla L. n. 2/2009.
 
Ulteriori informazioni al seguente indirizzo: http://www.provincia.pd.it/index.php?page=difensore-civico-3
 

Per fissare un appuntamento ci si deve rivolgere telefonicamente all'ufficio del Difensore civico della Provincia: tel. 0498201131 - fax 0498201247 - e-mail: difensore.civico@provincia.padova.it dalle 9 alle 13 dal Lunedì al