Informazioni generali

Il reddito di inclusione (Re.I) è una misura unica nazionale di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica.
Il sussidio è subordinato all'adesione ad un progetto personalizzato che viene predisposto dai servizi sociali del Comune di residenza. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.
Requisiti
Il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti personali:
- essere cittadino italiano, o comunitario, ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ovvero titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);
- essere residente in via continuativa in Italia da almeno 2 anni al momento di presentazione della domanda;
- essere residente nel Comune di Piove di Sacco o Polverara o Pontelongo (i tre Comuni dal 14.03.2018 sono in Gestione Associata per i Servizi Sociali).

Requisiti familiari:
La Legge di Bilancio 2018 (art. 1, comma 192) abroga dal 1° Luglio 2018 tutti i rquisiti familiari  (presenza di un minorenne, di una persona disabile, di una donna in gravidanza, di un disoccupato ultra 55enne). Pertanto, a partire dal 1° Giugno 2018, possono presentare domanda tutti coloro che possiedono gli altri requisiti, indipendentemente dalla composdizione familiare.

Requisiti economici:
Il nucleo deve essere in possesso congiuntamente di:
- valore Isee in corso di validità non superiore a euro 6.000,00;
- valore Isre ai fini Re.I (l’indicatore reddituale dell’Isee diviso scala equivalenza corrispondente alla specifica composizione del nucleo familiare) non superiore a euro 3.000,00;
- valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a € 20.000
- valore del patrimonio mobiliare non superiore a € 10.000,00 (ridotto a euro 8.000,00 per la coppia e a euro 6.000,00 per la persona sola).

Altri requisiti:
Per accedere al RE.I è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:
- non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
- non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
- non possieda navi e imbarcazioni da diporto ( art. 3, c.1, D. Lgs. 171/2005).

Importo del beneficio
Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo. Il valore mensile del beneficio viene determinato dall’Inps.
Il beneficio è erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (carta Re.I) rilasciata dalle Poste Italiane, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità o prelievo in contanti per un importo massimo pari alla metà del contributo mensile, solo dal titolare della stessa.
Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi e se necessario, dopo una sospensione di 6 mesi, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi se permangono i requisiti previsti.

Tempi

Il Comune inoltra entro 15 giorni lavorativi la domanda all'INPS che nei successivi 5 giorni verifica la richiesta e riconosce il beneficio condizionatamente all'accettazione del Progetto personalizzato. Il beneficio viene riconosciuto a partire dal mese successivo a quello della richiesta per 18 mesi condizionatamente alla sottoscrizione di un Progetto Personalizzato.

Costi

nessuno

Ultimo aggiornamento:

11/02/2019
Approfondimenti

Normativa:

Circolare INPS N. 172 del 22/11/2017.
Decreto 15/09/2017 Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali "Disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà

Documentazione da presentare:

La domanda può essere presentata dall’interessato o da un componente del nucleo familiare a partire dall'1 dicembre 2017 (non è previsto un termine di scadenza).
La domanda, scaricabile dalla sezione "modulistica" qui a destra, deve essere presentata all'Assistente Sociale di riferimento, previo appuntamento telefonando al numero 049 970 93 40, lunedì e giovedì dalle ore 8:30 alle ore 10:00.

Responsabili

Responsabile del procedimento:

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento)

Segretario generale
Dettagli Procedimento