Informazioni generali

E’ un contributo per lo smaltimento dei rifiuti contenenti amianto (lastre in eternit, canne fumarie, vasche, mattonelle in vinil amianto non in opera …) provenienti da abitazioni civili ricadenti all’interno del Comune di Piove di Sacco. E’ necessario che siano rispettate le condizioni previste per la “Microraccolta” dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 1690 del 28/12/2002, cioè alcune limitazioni quantitative e qualitative sintetizzate nel bando. In queste condizioni la microrimozione/confezionamento può anche essere eseguito direttamente dal proprietario ma la raccolta/trasporto/smaltimento restano affidati a Ditta specificamente abilitata all’attività.

Il contributo potrà essere riconosciuto, in via più generale, anche per lo smaltimento di materiale in amianto fino a 1000 kg e/o max 75 mq di copertura, anche se il manufatto fosse di altezza superiore ai 3 metri; in questo caso la rimozione dovrà essere obbligatoriamente eseguita da Ditta specializzata.
Può essere richiesto dai proprietari dei manufatti ed ammonta alla metà della spesa sostenuta per la rimozione/raccolta/smaltimento dei materiali, fino ad un massimo di € 350,00 (IVA compresa).
Nel caso di comproprietà degli immobili di provenienza, la richiesta di contributo viene presentata da uno solo dei proprietari ma vi devono essere indicati i comproprietari ed allegato apposito modulo di delega di questi ultimi.
Le richieste vengono evase in ordine di presentazione (data di arrivo al protocollo o data della raccomandata) fino ad esaurimento dei fondi disponibili.
Nel caso la richiesta venga presentata priva degli allegati richiesti, la pratica verrà evasa secondo l’ordine di acquisizione al numero di protocollo assegnato nuovamente alla regolarizzazione della stessa.

Tempi

il richiedente ha 120 giorni di  tempo per eseguire il lavoro di rimozione/smaltimento dopo il ricevimento della lettera di conferma inviata dall’Ufficio Ambiente (fatto salvo proroghe individuate per motivi legati all’istruttoria della pratica edilizia).
La liquidazione della somma spettante avviene entro 60 giorni dal ricevimento da parte del Comune della documentazione finale relativa al lavoro eseguito (formulario di trasporto dei rifiuti con indicazione della provenienza del materiale, quantitativo smaltito e destinazione).

Costi

Marca da bollo di € 16,00 sulla domanda di contributo (non deve essere applicata sulla manifestazione di interesse)
 

A chi rivolgersi

Orari di apertura

dal lunedì al venerdì: 8.30 – 12.30; martedì 15.00 - 17.30
sabato: 8.30 – 11.30

Contatti

Ultimo aggiornamento:

14/05/2021
Approfondimenti

Normativa:

Determinazione dirigenziale n. 602 del 10/05/2021.

Documentazione da presentare:

Necessita presentare prima il modulo di manifestazione di interesse al contributo, corredato della documentazione richiesta (documento di identità del richiedente ed un preventivo tecnico-economico della Ditta specializzata che effettuerà la raccolta/smaltimento);
segue una risposta da parte dell'Ufficio Ambiente sull'effettiva disponibilita' del fondo e se l'intervento appare rientrare tra quelli finanziabili.
In caso di risposta positiva, entro i successivi 120 giorni il richiedente dovrà eseguire i lavori e poi presentare la vera e propria domanda di contributo, corredata della documentazione conclusiva (copie fattura del servizio e formulario di identificazione rifiuti, documento di identità).

Ulteriori informazioni:

Per la rimozione e smaltimento di coperture di edifici (in genere pertinenze di abitazioni) è necessario allegare anche una foto dell’immobile oggetto di intervento; in questo caso la concessione del contributo è condizionata alla presentazione al Comune delle comunicazioni o richieste previste dalle norme edilizie vigenti, redatte da tecnico abilitato, salvo che la sostituzione sia effettuata con materiale apparentemente simile (onduline in fibrocemento non contenente amianto), caso quest'ultimo nel quale è possibile presentare apposita comunicazione sottoscritta dal proprietario, in quanto trattasi di manutenzione ordinaria.
Non può essere concesso contributo per lo smaltimento di coperture in amianto provenienti da edifici abusivi.

Le manifestazioni di interesse al contributo possono essere presentate dal 17/05/2021 al 17/09/2021,  fatto salvo esaurimento dei fondi prima di tale termine.

Potranno essere presentate anche richieste di contributo per lavori di rimozione/smaltimento di materiali in amianto già eseguiti alla pubblicazione del presente bando, purché il lavoro sia stato eseguito dopo l’ 1/01/2021; saranno accettate solo nel caso vi siano residui nel fondo economico alla scadenza del bando.

E' opportuno che coloro che abbiano gia' eseguito il lavoro di rimozione amianto contattino l'Ufficio Ambiente per informazioni, prima di presentare la domanda.

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Ambiente ed ecologia (Responsabile: Ronca Ivano - Responsabile del settore V - Edilizia privata - urbanistica - ambiente)

Responsabile del procedimento:

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento)

Segretario generale
Dettagli Procedimento